Cambiamento nel lavoro

12 Ottobre, 2019 0 Di wp_10820765

Cambiamento nel lavoro

Nella vita professionale l’idea del cambiamento spesso ci spiazza in maniera dirompente. Solo il pensiero di perdere dei punti di riferimento come lo stipendio fisso, un posto di lavoro vicino casa oppure un ambiente armonioso e collaborativo, rappresenta una minaccia inaccettabile. Purtroppo se tale scelta non è procrastinabile o comunque evitabile tale switch va fatto in modo consapevole, ossia prefigurando tutti gli scenari possibili, costruendo anche una sorta di escape plan o paracadute.
Ogni trasformazione,ogni scelta come spiega approfonditamente il filosofo Kierkegaard, implica una rinuncia ossia l’esclusione di un fattore (o più). Il senso di vuote che può venirsi a creare ci spaventa in modo inequivocabile ed è per questo che è essenziale agire in modo razionale e lucido, ponendo sui due piatti della bilancia tutti gli elementi a vantaggio e le possibili conseguenze o imprevisti. E’ basilare ad ogni buon conto comprendere che cambiare può rappresentare una vera svolta ossia una opportunità preziosa per la nostra crescita anche personale. In tale contesto, la persona deve primariamente ricevere consigli professionali, raccogliere informazioni per evitare il salto nel buio. Serve qui una buona dose di umiltà, flessibilità e apertura, ma soprattutto di fiducia. I pensieri inutili che possono interferire in questi casi vanno assolutamente arginati. Quando è inevitabile la scelta, il nostro io più istintivo e ‘conservativo’ va tenuto a bada.Infatti, gestendo in modo cosciente e potenziante tale transizione è possibile valutare tutti i punti di forza a disposizione, limitando il più possibile interferenze o elementi indesiderati. Ribadiamo qui che la gestione della sfera irrazionale è basilare per non farsi distogliere da paure immotivate, da ansie destabilizzanti o da pensieri inefficaci. Il nostro io inconscio naturalmente ha la funzione anche di proteggerci benchè in molti casi vada pilotato verso un quadro calcolato e preciso della nostra nuova progettualità, necessaria per proseguire nel percorso di miglioramento ed evoluzione interna ma anche materiale