Professione

PROFESSIONE


Il counselor psicobiologico rappresenta una figura di riferimento in tutte le situazioni conflittuali a livello lavorativo, ma anche nei momenti di insoddisfazione o scarsa chiarezza di intenti e finalità.
Il professionista in ambito psicobiologico supporta il soggetto nelle relazioni all’interno del contesto professionale valutando le strategie da adottare con colleghi o superiori, sviscerando le problematiche che possono determinare un dialogo non chiaro, un clima lavorativo molto competitivo, dei rapporti con i responsabili tesi o conflittuali. Si tratta di analizzare in sincronia con la persona, quali possono essere i nuovi comportamenti da adottare, dei cambi di prospettiva e perchè no, un vero e proprio cambiamento di posizione lavorativa all’interno della stessa azienda oppure addirittura in altro contesto. Supportare l’individuo nella fase del passaggio e quindi in un momento di cambiamento vitale è lo scopo del counseling rivolto a lavoratori e professionisti, poichè diventa un punto di riferimento oltre che di confronto che incoraggia, mostra i vantaggi e tutte le potenzialità che possono venire così espresse: si tratta dello sviluppo dell’autentica selfconfidence. L’esperto in questo ambito, è un punto d’appoggio empatico, che favorisce l’autoconoscenza e l’autodeterminazione, superando paure o insicurezze magari derivanti da pregresse esperienze poco confortanti, ma evidenziando tutte le migliori skills e peculiarità della persona stessa che così si sente spronato, motivata e soprattutto fiduciosa

articoli inerenti